English Language in the Media 2011-2012 - Parte II - Prof. Ghia

anno accademico: 

2011-2012

settore: 

L-LIN/12

CFU: 

9

Docente

presentazione

Il modulo si propone di analizzare l’uso linguistico della lingua inglese attraverso vari media e canali comunicativi. Dopo alcune osservazioni generali sulla comunicazione e i modelli comunicativi, il corso fornirà alcune nozioni teoriche fondamentali per l’analisi dei diversi generi mediatici, quali la nozione estesa di contesto nelle sue componenti di Field, Tenor e Mode, il concetto di registro e le funzioni testuali. Il modulo verterà nello specifico sull’uso dell’inglese in tre diversi media: le news (con attenzione specifica alla varietà scritta dell’articolo giornalistico inglese), la pubblicità (gli annunci pubblicitari e gli spot commerciali) e Internet (pagine web, blog, chat, social network).

L’esame finale consisterà in un colloquio orale volto a valutare le competenze acquisite durante il corso. In aggiunta a una bibliografia obbligatoria, ciascuno studente selezionerà un argomento da approfondire in relazione a uno dei tre media analizzati (news, pubblicità, Internet).

L’approfondimento verrà svolto in parallelo per la redazione di un breve elaborato (analisi di un articolo giornalistico, di un testo o spot pubblicitario o di una pagina web) per il modulo del dott. Elphinstone.

Il voto finale dell’esame English Language in the Media sarà costituito dalla media del voto del laboratorio (Perego), del voto della prova scritta sostenuta con il CEL (Elphinstone), e del voto del modulo (Ghia) che andrà sostenuto per ultimo così da consentire la registrazione.

bibliografia

BIBLIOGRAFIA OBBLIGATORIA:

Introduzione e teoria:

  • Gramley S., Pätzold K.-M. (second edition, 2004), A Survey of Modern English, London, Routledge: paragrafo 1.6.2 (Register, pp. 14-19) e capitolo 6 (Written texts and ESP, pp. 145-158).

English in the news:

  • Reah D. (2002), The language of newspapers, London, Routledge: units 1 (pp. 1-11), 2 (pp. 13-33), 4 (pp. 53-69), 5 (pp. 77-98) and 6 (pp. 99-109).

English in advertising:

  • Goddard A. (1998), The language of advertising, London, Routledge: units 1 (pp. 5-8), 5 (pp. 51-57), 7 (pp. 71-78) and 8 (pp. 79-82).

English and the Web:

  • Shortis T. (2001), The language of ICT, London, Routledge: units 1 (pp. 5-13), 5 (pp. 41-52) and 6 (pp. 53-62).
  • Crystal D. (2001) (2nd ed. 2006), Language and the Internet: Chapters 1 (pp. 19-25), 3 (pp. 86-98).

 

LETTURE FACOLTATIVE (APPROFONDIMENTI PER L’ANALISI DEL TESTO)

English in the news

  • Goodman et al. (second edition, 2007), Redesigning English, New York, Routledge: Chapter 3 (pp. 79-97).

OR

English in advertising:

  • Goddard A. (1998), The language of advertising, London, Routledge: units 3, 4 (pp. 23-39).

OR

English and the Web:

  • Crystal D. (2001) (2nd ed. 2006), Language and the Internet: Chapter 5 (pp. 134-35 e 156-173, chats and social networks).

OR

  • Crystal D. (2001) (2nd ed. 2006), Language and the Internet: Chapter 8 (pp. 238-247) and Goodman et al. (second edition, 2007), Redesigning English, New York, Routledge: capitolo 6 (pp. 205-15) (blogging).

OR

  • Crystal D. (2001) (2nd ed. 2006), Language and the Internet: Chapter 7 (pp.203-212) and Goodman et al. (second edition, 2007), Redesigning English, New York, Routledge: Chapter 6 (pp. 205-15) (WebPages).

modalità

Il voto finale dell’esame English Language in the Media sarà costituito dalla media del voto del laboratorio (Perego), del voto della prova scritta sostenuta con il CEL (Elphinstone), e del voto del modulo (Ghia) che andrà sostenuto per ultimo così da consentire la registrazione.