Prova finale: norme per le lauree

PROVA FINALE CIM

Modalità della prova finale:

La prova finale consiste nella stesura, sotto la guida di un docente, di un elaborato in lingua italiana (o inglese) con relativo riassunto in lingua straniera o, rispettivamente, italiana (1/2 pagina); una correlativa presentazione multimediale; una presentazione orale di fronte ad apposita Commissione di laurea (della durata massima di 12’); una breve discussione orale di fronte alla stessa Commissione di laurea.
La Commissione di laurea è formata da 5 membri tra i quali il relatore.
Il correlatore, se non presente, invia un breve giudizio scritto al Presidente della Commissione.

Norme da seguire:

Lo studente dovrà richiedere e concordare l’argomento della prova finale con il relatore almeno tre mesi prima della discussione.
L’estensione del testo scritto dovrà essere almeno di 90.000 caratteri.
Il testo scritto dovrà contenere in modo preciso e puntuale le indicazioni delle fonti utilizzate.
La prova finale da consegnare in Segreteria studenti dovrà essere firmata dal relatore.
Una copia cartacea della prova finale dovrà essere personalmente consegnata al correlatore designato entro la data fissata per la consegna alla Segreteria studenti.

Valutazione della prova finale:

1) Con riferimento alla carriera e in aggiunta alla media dei voti degli esami:
L’assegnazione di 2 punti nel caso di laurea in corso (e con tutti gli esami sostenuti nel triennio).
L’assegnazione di 0,3 punti per ogni lode.
La media degli esami non viene arrotondata né per difetto, né per eccesso. L'arrotondamento avviene sul voto di laurea finale.

2) Con riferimento alla prova finale:
L’assegnazione di 1-2 punti per una prova finale sufficiente
L’assegnazione di 3-4 punti per una buona prova finale
L’assegnazione di 5 punti per una prova finale molto originale e redatta con pregevole qualità di scrittura.
È possibile assegnare oltre 5 punti (e fino ad un massimo di 7) per una prova finale eccezionale, ciò è però subordinato alla presentazione di una richiesta scritta motivata del relatore e di un conforme parere scritto del correlatore. Tali richiesta e parere devono pervenire al Presidente del Corso di Laurea e al Presidente della Commissione di laurea con almeno tre giorni di anticipo rispetto alla seduta.

3) Con riferimento alla presentazione multimediale:
L’assegnazione di 1 punto per una presentazione efficace dal punto di vista comunicativo con testo preferibilmente in lingua inglese e effettuata attraverso supporti multimediale di elevata qualità.

L’assegnazione della lode è subordinata al raggiungimento di un punteggio teorico di almeno 112 e richiede il parere unanime della Commissione di laurea.

PROVA FINALE CPM

Modalità della prova finale:

La prova finale consiste nella stesura, sotto la guida di un docente, di una tesi di laurea in lingua italiana (o inglese) con relativo riassunto in lingua straniera o, rispettivamente, italiana (1/2 pagina); una correlativa presentazione multimediale preferibilmente in inglese; una presentazione orale di fronte ad apposita Commissione di laurea (della durata massima di 15’); una discussione orale di fronte alla stessa Commissione di laurea.
La Commissione di laurea è formata da 7 membri tra i quali il relatore.
Il correlatore, se non presente, invia un breve giudizio scritto al Presidente della Commissione.

Norme da seguire:

Lo studente dovrà richiedere e concordare l’argomento della tesi di laurea con il relatore alla fine del primo anno del Corso.
L’estensione del testo scritto dovrà essere almeno di 250.000 caratteri.
Il testo scritto dovrà contenere in modo preciso e puntuale le indicazioni delle fonti utilizzate.
La tesi di laurea da consegnare in Segreteria studenti dovrà essere firmata dal relatore.
Una copia cartacea della tesi di laurea dovrà essere personalmente consegnata al correlatore designato entro la data fissata per la consegna alla Segreteria studenti.

Valutazione della prova finale:

1) Con riferimento alla carriera e in aggiunta alla media dei voti degli esami:
L’assegnazione di 2 punti nel caso di laurea in corso (e con tutti gli esami sostenuti nel biennio).
L’assegnazione di 0,3 punti per ogni lode.
La media degli esami non viene arrotondata né per difetto, né per eccesso. L'arrotondamento avviene sul voto di laurea finale.

2) Con riferimento alla prova finale:
L’assegnazione di 1-2 punti per una tesi di laurea sufficiente
L’assegnazione di 3-4 punti per una buona tesi di laurea
L’assegnazione di 5 punti per una tesi di laurea molto originale e redatta con pregevole qualità di scrittura.
È possibile assegnare oltre 5 punti (e fino ad un massimo di 7) per una tesi di laurea eccezionale, ciò è però subordinato alla presentazione di una richiesta scritta motivata del relatore e di un conforme parere scritto del correlatore. Tali richiesta e parere devono pervenire al Presidente del Corso di Laurea e al Presidente della Commissione di laurea con almeno tre giorni di anticipo rispetto alla seduta.

3) Con riferimento alla presentazione multimediale:
L’assegnazione di 1 punto per una presentazione efficace dal punto di vista comunicativo, con testo in lingua inglese e effettuata attraverso supporti multimediale di elevata qualità.

L’assegnazione della lode è subordinata al raggiungimento di un punteggio teorico di almeno 112 e richiede il parere unanime della Commissione di laurea.